Questione voucher, esempio di schizofrenia politica

Dura e decisa la critica mossa da Confprofessioni al provvedimento, approvato dal Consiglio dei ministri del 17 marzo 2017, con cui viene in toto abrogata la disciplina del lavoro accessorio. L’abrogazione lascia un vuoto normativo pesante e difficile da colmare, almeno nell’immediato. Questa è una responsabilità a cui l’attuale Governo non può sottrarsi. Continua la lettura di Questione voucher, esempio di schizofrenia politica

Il censore

Si aggira furtivo per il paese, si arroga il diritto di criticare, se non addirittura di censurare le opinioni degli altri.

Al contrario, mai e poi mai accetterebbe una critica che, malauguratamente, qualcuno pensa di rivolgergli.

Si dichiara laico ma tale non è!

Laico è chi, pur non condividendo le altrui opinioni non le demonizza e non pensa di avere sempre ragione.

Laicità vuol dire avere apertura mentale e rispetto verso l’altro…

Si confonde spesso laicità con laicismo.

Per far comprendere il concetto estremizzo: Essere laici vuol dire essere aconfessionali, ma non contro la religione… Ognuno di noi è libero di professare la propria fede, in tutti i campi, non solo in ambito religioso, ed io non potrei definirmi  laico se  non rispetto la libertà degli altri…

Giuseppe Scaffidi Fonti

LA POLITICA DELLO STRUZZO

 

Consiglio comunale del 21 febbraio scorso: dopo la trattazione di alcuni punti, quando si doveva parlare dell’argomento più importante posto all’o.d.g.,  la cui trattazione era stata richiesta con urgenza dalla minoranza, cioè quello dell’affidamento ad una società esterna del servizio riscossione tributi, su proposta del Sindaco la seduta è stata rinviata con la scusa dell’assenza della funzionaria responsabile. E che si sia trattato di una “scusa” lo si capirà per come è andata a finire. Continua la lettura di LA POLITICA DELLO STRUZZO

Acquedolci (ME), amministrative: M5S corre con lista propria, presenzia Francesco D’Uva.

Oltre a quella di un successo politico più che meritato, il lavoro del MeetUp Acquedolci in Movimento è stato tanto, l’atmosfera che si respira presso il Bar Magistro nella centralissima P.za Giovanni Paolo II è quella lieta di un ritrovo tra amici che condividono un senso civico forte e necessario per un doveroso rinnovo delle istituzioni. Continua la lettura di Acquedolci (ME), amministrative: M5S corre con lista propria, presenzia Francesco D’Uva.

LO STRAPPO

Ma cosa spinge un capogruppo a presentare un atto importante senza coinvolgere i componenti del proprio gruppo?

Questa la domanda che mi sono posto, che sicuramente si sono posti i consiglieri della minoranza, che si sono posti tanti concittadini, quando nel consiglio comunale del 21 u.s. viene portato un documento in merito al depotenziamento dell’ospedale di Sant’Agata Militello, a firma del dottore Oriti ,(capogruppo della minoranza), e di due componenti della maggioranza, senza che i componenti della minoranza vengano interpellati.

Una vera e propria “Conventio ad excludendum”. Continua la lettura di LO STRAPPO

COSTRETTI AD USARE LA PIAZZA

Acquedolci –  Malgrado le numerose proteste della minoranza consiliare, tendenti a denunciare le mancate convocazioni dei consigli comunali richieste dai consiglieri con altrettante interrogazioni e mozioni. con argomentazioni pretestuose, al solo fine di impedire lo svolgimento del loro legittimo ruolo di controllo e di proposta, i destinatari sono rimasti sordi.

Al fine appunto, di denunciare tali abusi,  si è tenuta questa sera una assemblea pubblica, nella centralissima Piazza Giovanni Paolo II, nella quale il consigliere Salvatore Scaffidi e l’ex consigliere Giuseppe Salerno hanno dibattuto in merito. Continua la lettura di COSTRETTI AD USARE LA PIAZZA

Come utilizzare il Capitale umano

Come utilizzare il capitale umano, questo il tema del convegno organizzato dal Centro Studi Luigi Sturzo Nebrodi di cui è responsabile il dott. Agostino Di Lapi, svoltosi a Sant’Agata di Militello presso la Parrocchia Sacro cuore il 22 dicembre scorso.

Nel suo intervento introduttivo il dott. Di Lapi ha evidenziato l’importanza della formazione, insieme alla determinazione e alla ricerca di idee innovative , per coloro che vogliono portare avanti un’idea imprenditoriale.

Sono intervenuti il Prof. Maurizio Ballistreri, docente di diritto del lavoro presso l’Università di Messina, che ha trattato il tema della contrattazione collettiva di prossimità,  il prof. Filippo Grasso, docente di Economia delle imprese turistiche presso lo stesso ateneo, che ha preannunciato un grosso cambiamento di strategia nella normativa riguardante gli aiuti alle imprese del settore turistico. Con il nuovo piano strategico nazionale e regionale, si dovrebbe dare l’addio agli interventi “a pioggia” nel settore turistico, mentre al contrario si dovrebbero privilegiare le azioni che hanno un immediato riscontro e ricaduta “strutturale” nel contesto economico-sociale. Lo stesso ha parlato di una startup che ha contribuito a formare ed avviare nel comprensorio dei Nebrodi, denominata “LUNA”, acronimo che sta per “Luoghi Narrati”, una cooperativa che si prefigge appunto lo scopo sociale di narrare, raccontare i luoghi, i borghi, i monumenti, le opere dei piccoli paesi dei Nebrodi, invitando il suo Presidente a spiegare come è nata l’idea e quello che si intende fare nell’immediato futuro. Continua la lettura di Come utilizzare il Capitale umano

ACQUEDOLCI: Dai consigli comunali… che non si fanno, alle esternazioni su facebook

parlamento_italiano

Ormai siamo al paradosso.

I consigli comunali sono diventati una sorta di chimera.

Ma forse è una strategia ben precisa. Invece di assistere a spettacoli indecenti nei consigli comunali,  si preferisce rarefarli fino a farli addirittura scomparire.

Tanto i dibattiti si svolgono su facebook, preferendo questo canale piuttosto che quello istituzionale, deputato a prendere le decisioni che riguardano l’intera collettività.

Hanno un bel protestare i consiglieri di opposizione a questa assurda, indecorosa inerzia politica. Continua la lettura di ACQUEDOLCI: Dai consigli comunali… che non si fanno, alle esternazioni su facebook

Sovranità limitata, mancate richieste di finanziamenti, sprechi ed altre amenità

gaber-foto-orizzontale-2“La libertà non è uno spazio libero, la libertà è partecipazione”… cantava Giorgio Gaber.

Proprio il contrario di quello che accade con l’Amministrazione Gallo ad Acquedolci, dove si depotenzia questa possibilità,  organizzando una sorta di referendum con le domande “a risposta chiusa”.

Con un avviso alla cittadinanza del 26 ottobre il Sindaco ha invitato la cittadinanza a scegliere l’impiego di fondi regionali stabilendo a priori le tre possibilità su cui i cittadini si potevano esprimere.

E non poteva essere altrimenti visto che la scadenza per effettuare la scelta era il 31 ottobre.

In fretta e furia si doveva votare, il 30 ottobre !

Un evento per pochi intimi.

Quando manca la programmazione si è costretti poi a rincorrere i tempi stretti delle scadenze, con il risultato di porre in essere dei provvedimenti che hanno tutti i requisiti per essere delle vere e proprie contraddizioni in termini.

Democrazia partecipata, in teoria, ma di fatto  si dà la possibilità di scegliere solo tra: la busta n. 1, 2 o 3. Come ai tempi dei telequiz.

Viene negato lo spazio a proposte diverse, anche se interessanti, perchè non possono avere diritto di cittadinanza.  Non c’è tempo!

Altri hanno già deciso per voi…

PRIMA PARTE…

SEGUE…

Giuseppe Scaffidi Fonti

Hillary Clinton, è confermato: sacramento satanico di Thelema.

E’ il sacramento satanico di Thelema, istituito da Aleister Crowley (il massimo satanista del Novecento) in persona negl’anni della sua permanenza in Sicilia, nei pressi di Cefalù, dove aveva fondato l’ “Abbazia di Thelema” prima di essere cacciato dai siciliani in rivolta. All’insegna de “la bellezza dell’estasi dell’abbandono totale all’alcool, al sesso ed alla droga” così sosteneva Crowley (e così è scritto anche su una parete dell’ “abbazia”), si preparavano gli ingredienti – sangue mestruo, latte dal seno, sperma ed urina – che poi durante il rituale venivano usati a formare un quadro. Negli ambienti del satanismo americano “di Thelema” appunto, è noto con il nome semplice di “Spirit Cooking”. Julian Assange, nonostante la sua condizione di esiliato politico mortifichi l’attività di Wiki Leaks, nonostante l’essere braccato dai servizi americani proprio per conto della Clinton, nonostante il blocco di internet nei suoi confronti, è riuscito infine a far giungere al pubblico la e-mail a Tony Podesta, fratello di John Podesta capo dello Staff di Bill Clinton dagli anni della presidenza, in cui Marina Abramovic, conosciuta negl’ambienti del satanismo americano per essere una grande seguace di Aleister Crowley e notoria praticante dei riti di Thelema, invita allo “Spirit Cooking”. La Abramovic definisce sé stessa come “Grandmother of performance art” con cui si esplorano i limiti del corpo rispetto alle possibilità della mente (ma anche Crowley si dedicava ad attività del genere…). La e-mail di Wiki Leaks non è assolutamente l’unico documento che provi la vicinanza della Clinton al satanismo. Si tratta infatti di una vicinanza sin dagli anni della giovinezza, o, almeno documentatamente, della sua tesi di laurea, su Saul Alinsky il noto ideologo radical comunista di ispirazione luciferina, a cui si deve il motto “Lucifero era il primo vero radical comunista della storia”. Al satanismo riconduce anche il fondamentalismo abortista della Clinton che ancora poco tempo addietro ha scioccato il mondo cattolico e non solo con la rivendicazione del “diritto all’aborto sino all’ultimo minuto prima della nascita” e Zachary King un ex importante adepto della “chiesa di Satana” spiega bene come l’aborto sia, al pari della pedofilia, un rito sacro per i satanisti. E’ tesi sostenuta del resto anche da Aleister Crowley, insieme al sacrificio di infanti nelle messe nere (e proprio la scomparsa di diversi bimbi ha portato infine la popolazione siciliana alla cacciata di Crowley). Del resto, anche la pedofilia non è estranea a casa Clinton…
francesco latteri scholten