LA MIGLIORE DIFESA E’ L’ATTACCO

La migliore difesa è l’attacco.  Così può essere definito l’atteggiamento del Sindaco di Acquedolci in uno degli ultimi consigli comunali.

Ad una interrogazione con la quale si chiedeva spiegazioni in merito alla esistenza di una telecamera posta in prossimità dell’ufficio del capo ufficio tecnico, il Sindaco dopo aver detto che non ne era a conoscenza, passava subito, in un certo senso a giustificarne la presenza, (n.r.: “lapsus freudiano?”), perchè grazie alla presenza di un telecamera si era riusciti a individuare il presunto responsabile di un “un grave atto intimidatorio” nei suoi confronti… Continua a leggere

Acquedolci: Il paradosso Rotelli, mandato a casa, penalizzato dal suo attivismo…

La revoca del mandato  assessoriale a Cirino Rotelli è emblematico del modo di operare al Comune di Acquedolci sotto la dittatura Gallo. Perchè proprio di questo si tratta.

O la pensi come il capo o sei fuori! Ed infatti uno di quelli che in Giunta cercava di pensare con la propria testa è stato “buttato fuori”.

Ed un segnale forte, precedente a quest’ultimo episodio vi era stato poche settimane prima con le dimissioni dell’assessore La Monica e la contestuale presa di distanze dalla maggioranza del consigliere Salerno, (acerrimo nemico di Gallo nella precedente amministrazione), segnali di un malessere che  era già presente nella maggioranza.

Continua a leggere

MASS MEDIA E POLITICA

Timur Vermes, come già a suo tempo Chaplin, ripropone quello che è senz’altro uno dei temi più scottanti di sempre, ovvero quello del rapporto tra Mass Media e politica, potere. “Lui è tornato”, infatti, rimette al centro l’immagine del “Grand’uomo di massa”, facendone risultare in piena luce tutta la cialtronesca pagliacciagine, la buffoneria grottesca uno dei cui esiti primi – riflesso sulla propria coscienza – è quello di sentirsi l’ “eletto”, e, di contro, l’abbiezione meschina della massa e del suo “mercato” e dei suoi interessi più squallidi per i quali è fatto il compromesso con il “Grand’uomo” a sacrificio, spesso, specie inizialmente, inconsapevole anche della propria coscienza. Quanto più l’uomo è nel branco – osservava già Freud – e quanto più il branco si ingigantisce ed assurge a massa, tanto più la coscienza individuale si affievolisce sino a svanire del tutto. Continua a leggere

LADRI DI FUTURO

Mi ha colpito qualche mese fa la lettera di Claudio Panebianco, uno studente del Liceo Classico “La Farina” di Messina, -pubblicata sulla Gazzetta del Sud del 6 ottobre 2013-, che appena diplomato, si poneva il problema se scappare o rimanere a Messina per continuare gli studi universitari.

E si poneva il problema a causa anche della pubblicità negativa scaturita dai vari scandali giudiziari che hanno interessato l’Università Peloritana, colpita nel tempo da numerose bufere e purtroppo, per alcune di esse “marchiata a vita”…

Continua a leggere

Dal CAF al RAB

Vi ricordate del CAF, il famoso acronimo che durante la cosiddetta prima Repubblica, prendeva il nome dalle iniziali dei nomi dei leaders politici più in voga del momento: Craxi, Andreotti e Forlani? Sembrano passati anni luce. Allora le decisioni più importanti venivano prese dalla suddetta triade in barba alle più elementari regole di democrazia, dentro ad un camper, durante un qualsiasi congresso di partito.

Si lamentava il fatto che la maggior parte delle crisi politiche erano crisi “extraparlamentari”, cioè nascevano, maturavano e si risolvevano al di fuori delle aule parlamentari. Continua a leggere

Karol Wojtyla, una vita da Santo

Il 14 aprile Santo il Papa intellettuale/operaio, drammaturgo che leggeva Sartre ed Hemingway.

E’ una delle grandi figure atipiche del cattolicesimo del Novecento che ben si colloca accanto a quelle di Edith Stein, di Jacques Maritain, di Bernanos e di molte altre minori, quella di Karol Wojtyla. Grandi Spiriti travagliati dal confronto culturale, sociale ed ideologico con i propri tempi, lontani da un itinerario spirituale e vocazionale ordinario, quello normalmente intrapreso da religiosi ed anche laici. Spiriti che debbono anche all’asprezza dei loro tempi (ed alla “imperscrutabilità” delle “Vie” del Signore) il fatto di non essere stati estromessi dal cattolicesimo come sarebbe accaduto in altre circostanze. Continua a leggere

A proposito di…ex Imu

 

Lo sapevate che i Comuni potevano disporre con atto deliberativo della Giunta,  da pubblicare sull’Albo Pretorio on-line entro il 10/12/2013, che le seconde case concesse in comodato gratuito ai parenti entro il primo grado venissero esentate dall’IMU?

Ebbene questo non è stato fatto dall’attuale Giunta ad Acquedolci, costringendo centinaia di persone, che con  sacrifici hanno costruito una seconda casa, pensando al futuro dei figli, a pagare questa tassa con la maggiorazione decisa dallo stesso Comune.  Acquedolci, come altri comuni per la verità, non ha utilizzato questa possibilità di risparmio per i cittadini con buona pace delle affermazioni di circostanza di operare a favore del cittadino in un momento di grave crisi economica. Continua a leggere

Acquedolci: Tares… assemblea dei commercianti e degli artigiani

L’Asscomm Acquedolci il Moro, la neonata associazione Commercianti e Artigiani, indice un’assemblea per domani 12 febbraio 2014 alle ore 20,30 presso l’Istituto dei Padri Giuseppini . All’ordine del giorno è principalmente la Tares 2014, e “come si può ridurre questa improponibile tassa rendendola sostenibile.” – si legge in un comunicato diffuso in questi giorni ad Acquedolci, firmato dal Presidente Armando Battista, – . “Verranno avanzate e valutate proposte utili ad abbassare i costi di raccolta e conferimento puntando principalmente sulla differenziata. Il risultato verrà presentato all’Amministrazione che andandosi ad aggiungere al piano rifiuti redatto dalla Giunta comunale, lo potrà integrare e soprattutto migliorare. Nello stesso momento si chiederà al Sindaco di aprire un tavolo di confronto costruttivo e continuato su tutti i temi economici futuri del Paese, perchè decidono le sorti delle nostre attività e mi sembra opportuno dare la nostra opinione”.

Giuseppe Scaffidi Fonti

 

Acquedolci: Tares, una tassa troppo pesante

I cittadini di Acquedolci sono in subbuglio a causa dell’esoso aumento della Tares, la tassa sui rifiuti.

Con decreto n. 1974 del 5/11/2013 il Dipartimento Regionale dell’acqua e dei rifiuti dell’assessorato all’energia ha approvato il piano d’intervento dell’Ambito di Raccolta Ottimale del Comune di Acquedolci.

Si tratta del primo ARO approvato in provincia di Messina, che avrebbe portato il Comune a gestire per conto proprio il servizio di raccolta e trasporto rifiuti così come anche quello dello spazzamento stradale. Il via libera al piano redatto dai tecnici del Comune è stato approvato dalla Giunta il 31 luglio scorso.  Nelle intenzioni, vi era l’obiettivo di svolgere il servizio con un notevole abbattimento dei costi a carico dei cittadini. Ma qualcosa, evidentemente, è andato storto se, contrariamente a quanto promesso dal Sindaco, secondo cui si avrebbe avuto una diminuzione del costo delle bollette, queste sono invece più che raddoppiate. Continua a leggere

Acquedolci: Ciak si gira…

Foto Andrea ScaffidiSi è battuto ad Acquedolci, domenica scorsa, il primo “ciack” della seconda stagione di favole siciliane co-prodotte dalla Sicilia Art Company e da Antenna del Mediterraneo. Dopo il successo televisivo dello scorso anno che, come ricorderete si intitolava “LA FATA SVAGATA”, la nuova serie vede già una nuova veste editoriale ancor più sofisticata e articolata.

Il nuovo progetto prevede dieci favole, tutte tratte dalla celebre raccolta “Pitrè” . Il lavoro si avvale della preziosa consulenza del massimo esperto di questo settore e precisamente il Prof. Aurelio Rigoli, già revisore dell’opera del Pitrè nonché Professore Emerito di etnografia e tradizioni popolari dell’Università di Palermo e presidente del Centro Internazionale di Etno-Storia. Continua a leggere