Archivio mensile:Giugno 2014

Dante’s revival: il migliore (con distacco) resta “Inferno” di Dan Brown.

A dispetto dei secoli che ci separano da lui – e della crisi del settore librario – Dante Alighieri e la sua opera stanno vivendo un vero e proprio revival e l’interesse è dedicato soprattutto alla Divina Commedia ed in particolare alla sua prima cantica – d’altronde la più letta da sempre: l’Inferno. Innumerevoli sono le opere in Italia ed all’estero dedicate al grande Maestro fiorentino e la maggior parte premiate da successo sia di critica che di pubblico. Continua la lettura di Dante’s revival: il migliore (con distacco) resta “Inferno” di Dan Brown.

Jihadisti ISIS: obbiettivo finale liberare Gerusalemme.

La globalizzazione ha cambiato connotazione sia al gioco che ai giocatori. Se fino ad un passato assai recente la connotazione di fondo di molti leaders mediorientali è stata la laicità – si vedano ad es. diversi leaders dell’ OLP ma anche Gheddafi o Saddam Hussein – e l’ Islam era considerato una componente del mondo arabo, oggi ha preso piede fortemente la posizione, all’epoca minoritaria di Sayyid Qutb, fratello musulmano giustiziato in carcere nel 1966. Continua la lettura di Jihadisti ISIS: obbiettivo finale liberare Gerusalemme.

Si chiamano droni i nuovi 007 (ma sono più affidabili…).

E’ la nuova frontiera della tecnica aereonautica e, soprattutto,  del suo bussiness, un mercato stimato da 120 a 150 Mld di dollari solo nei prossimi dieci anni. Si tratta dei droni,  nome derivante dal suo ronzio simile a quello del maschio dell’ape, il fuco, che in inglese è appunto “drone”. Altro termine molto usato è RPA (Remotely piloted aircraft), o, con sigla italiana, APR (Aeromobile a Pilotaggio Remoto, ossia senza pilota umano a bordo). Continua la lettura di Si chiamano droni i nuovi 007 (ma sono più affidabili…).

Unione Economica Euroasiatica: nasce (contro l’Europa) la nuova Unione Sovietica.

Che chi fosse membro “da sempre” prima – brillantemente – della famigerata Lubianka, e poi di quell’altrettanto famigerato KGB che la sostituì ed in cui ebbe funzioni dirigenziali di via via maggior rilievo sino ad assumerne il comando, non potesse non avere dei sogni nostalgici è parso da sempre evidente ai più e specie agl’osservatori più acuti dell’agire politico (e non solo) di Vladimir Putin. Continua la lettura di Unione Economica Euroasiatica: nasce (contro l’Europa) la nuova Unione Sovietica.