Archivio mensile:Maggio 2014

Papa Francesco in Terra Santa, missione dialogo interreligioso: Pace dono da costruire.

La prima visita di Papa Francesco in Terra Santa è invero qualcosa di molto di più. E’ una missione ardua ed irta di ostacoli da sempre: il dialogo tra le tre grandi religioni monoteistiche. Le origini sono comuni: per tutti è Abramo il “padre della fede”, il capostipite. Continua la lettura di Papa Francesco in Terra Santa, missione dialogo interreligioso: Pace dono da costruire.

Elezioni europee: chi parla questa sera?

Ho avuto la prova di quanto ho sostenuto, qualche giorno fa, dicendo che nessuno fa campagna elettorale per le europee.

Questo pomeriggio, 23 maggio,  una macchina annunciava per le 22,00  un comizio da parte del Sindaco  di Acquedolci.

Incuriosito sono andato ad ascoltare, aspettandomi di sentir parlare di politiche europee. Continua la lettura di Elezioni europee: chi parla questa sera?

LA CAMPAGNA ELETTORALE CHE NON C’E’

Da sempre le campagne elettorali delle elezioni europee non hanno mai brillato per impegno “apparente” da parte dei candidati.

Sembra che la cosa non interessi nessuno, ma ovviamente non è così.

Sotto banco si cercano consensi direttamente o tramite i tromboni di turno che vengono a cercare i voti “per fede”, loro e di coloro che sponsorizzano. Bisogna dare il voto per fede, rilasciando una sorta di delega in bianco.

Ed i politici locali si impegnano, puntando su qualche “cavallo”, a prescindere dalla conoscenza politica del candidato, dall’appartenenza, dalle sue idee sui temi europei, per dimostrare la loro “forza”…

E magari cercano il consenso per personaggi che fino a poco tempo prima avevano militato in compagini di partito che non possono essere additate a forze europeiste.

Candidati che fino a ieri militavano nel cosiddetto popolo delle libertà (o forza italia), alleati della forza secessionista della Lega Nord, sdoganata da Berlusconi, notoriamente partititi “euroscettici”, ora cercano voti per sponsorizzare se stessi per il Parlamento Europeo tanto criticato…

Nei dibattiti televisivi cui si assiste, di tutto si parla fuorchè di politica europea, e quel poco di campagna elettorale che si vede è circoscritta a tematiche interne.

Mi sono chiesto se i tanti candidati spuntati come funghi, abbiano sentito parlare dei Padri fondatori dell’Unione Europea e dello spirito che ha animato la loro azione…???

E’ la fine della politica intesa come idealità, riducendosi ad una politica di puro scambio!

Giuseppe Scaffidi Fonti